Risotto all’Aceto Balsamico di Modena IGP


Avete capito tutto sull’aceto Balsamico di Modena?

Spero sia chiaro, soprattutto, che non ha niente a che vedere con l’aceto di vino.

Il Balsamico di Modena si può aggiungere all’insalata, volendo, ma è soprattutto un prezioso ingrediente in cucina, capace di dare carattere a piatti diversi.

Vi presento la ricetta che può sembrare più scontata e più diffusa, il risotto

Può sembrare, perché per renderlo perfetto, ed esaltarne gli aromi, bisogna prepararlo con un piccolo trucco.

Andiamo con la ricetta

 

Gli ingredienti:

  • 320 grammi di riso per risotti (per me Carnaroli o Superfino Arborio)
  • 1 piccolo scalogno
  • 1 noce di burro
  • 1 bicchiere di vino bianco secco di qualità
  • Brodo di carne o fatto con il dado autoprodotto
  • 100 grammi circa di Parmigiano Reggiano giovane (12 – 14 mesi)
  • Aceto Balsamico di Modena (IGP, versione più giovane, meno costosa, ma perfetta in cucina

 

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 20 – 25 minuti

Porzioni: 4

Difficoltà: bassissima

Costo: medio

Il Gusto di non Sprecare: nel solo tempo di cottura del riso si prepara un piatto insolito e raffinato, adatto anche a una cena formale

Primo piatto

Ricetta vegetariana

 

Ho tritato finemente lo scalogno

Ho scaldato la pentola (meglio se di terracotta) e ho fatto tostare lo scalogno senza alcun condimento, mescolando, così da esaltarne il profumo

Ho versato il riso, ho fatto tostare finchè i chicchi non sono apparsi lucidi, sempre mescolando

Ho aggiunto il vino bianco e ho lasciato evaporare

Ho portato a cottura con il brodo, versandone un po’ alla volta

Nel frattempo, aiutandomi con un pelapatate, ho preparato il Parmigiano riducendolo in scaglie molto sottili

Appena il riso è risultato pronto, ho mantecato con il burro, l’ho diviso nei piatti, ho disposto le scaglie di Parmigiano sulla superficie e ho versato alcune gocce di aceto.

Questa operazione deve essere fatta un velocemente, perchè il parmigiano cominci a fondere, a contatto del riso bollente. Nello stesso tempo, il calore fa sprigionare al Balsamico tutti i suoi profumi, che andranno lentamente a mescolarsi con gli altri ingredienti.

Provatelo, è squisito e molto particolare

Non fatelo con l’aceto di vino, però! Come dicevo, nonostante il nome, sono due prodotti completamente diversi

Modena, la Piazza Grande e il meraviglioso Duomo romanico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità

Il ragù di carne


ragù di carne

Il sugo di carne è un piatto tradizionale del quale forse ogni famiglia ha una personale ricetta e versione. Questa è la mia, ovviamente facile e light

Gli ingredienti, per otto persone (inutile farne meno):

  • 400 gr. carne di manzo macinata
  • 1 cipolla grande
  • 1 porro
  • 1 barattolo di passata di pomodoro
  • 1 foglia di alloro
  • Olio evo
  • Sale e pepe

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: un’ora e mezza – due ore

Tritate abbastanza finemente, con il mixer, la cipolla e il porro e fateli soffriggere dolcemente in qualche cucchiaio d’olio, con l’aggiunta di un pochino di acqua. Ricordate sempre la regola che più la cipolla soffrigge, non necessariamente nel grasso, più si scioglie e più è buona. Dedicatele comunque il tempo che credete, quindi aggiungete la carne che farete rosolare a fuoco abbastanza vivace, rimescolando spesso. La carne deve cambiare completamente colore. A questo punto aggiungete il pomodoro, un cucchiaino raso di sale (o di dado), la foglia di alloro, coprite e lasciate cuocere almeno un’ora, anche di più se possibile. Il ragù di carne e pronto e il profumo che si sarà sparso in cucina ve ne confermerà la bontà.

Strategie: questo ragù di carne si può surgelare senza problemi, quindi potete prepararne quanto ne volete, dividerlo in porzioni e conservarlo. Risolve un primo nutriente, e se ci sono bambini piccoli un piatto di pasta condito con abbondanza può diventare un piatto unico.

Variazioni sul tema: è possibile sostituire metà della carne di manzo con carne di maiale, personalmente non mi piace, ma è più vicina alla ricetta classica del ragù alla bolognese. Con l’aggiunta di salsiccia diventa appetitoso ma un po’ pesante (adatto per condire la polenta, per esempio). L’aggiunta di funghi secchi (rinvenuti in acqua tiepida, acqua che poi, filtrata, andrà aggiunta al sugo) lo rende particolare.