Vitamine Vaganti e Il Gusto di non Sprecare


Avete mai sentito parlare di Toponomastica Femminile?

Toponomastica Femminile è un’associazione, della quale faccio parte, che si occupa di dare la giusta rilevanza, anche nell’intitolazione delle strade, alle tante donne che si sono distinte nei campi più disparati: la storia, la letteratura, le scienze, lo sport ecc. e che non vengono correttamente ricordate.

Basti dire che le strade dedicate alle donne, non solo in Italia, ma anche in altri paesi europei dove il movimento è attivo, sono il 5% del totale!

Per saperne di più, visitate il sito, poi leggete il bell’articolo che Vitamine Vaganti, la rivista di TopFem, ha voluto dedicare alla mia creatura libresca 🙂

Il Gusto di non Sprecare

Il Gusto di non Sprecare incontra La Grazia


Guardate che bel commento Elena ha riservato al mio libro!

Avvicinare il mio Gusto con la sua Grazia è stata un’ottima idea: entrambi i lavori, pur diversissimi, vanno verso il rispetto, la comprensione, l’attenzione.

E non ce n’è mai abbastanza 🙂

 

 

Il Gusto di non Sprecare e Il Perdilibri


Grazie a Gianni, che ancora una volta ricorda il mio Gusto

Pasta detox: con melanzane, sedano e mandorle


pasta melanzane sedano mandorle, detox

Buongiorno e ancora buon anno a tutti!

Cominciamo il 2020 all’insegna del detox, con una pasta molto saporita ma, insieme, molto leggera e, perché no, antispreco.

L’idea è arrivata quando ho avanzato dei ritagli di melanzane dopo averle affettate per prepararle così.

Quindi ho tagliato le melanzane avanzate a quadretti (insomma .. anche rombi, rettangolini …), ho tagliuzzato un po’ di foglie di sedano e ho fatto stufare tutto in poco olio. Il tempo di cottura è davvero veloce, non si arriva ai dieci minuti. Naturalmente sale e pepe a discrezione.

Ho aggiunto due cucchiai di pesto di mandorle. Non vi spaventate, io l’ho trovato pronto in un negozio di specialità siciliane, ma si tratta di mandorle tritate in olio evo: è un attimo prepararselo da soli.

Con questo intingolo ho condito la pasta. Ho usato le tagliatelle, ma va benissimo anche una normale pasta secca.

Come dicevo, nessun sacrificio per la gola, ma leggerezza assicurata.

E non dimenticate: se tra i vostri buoni propositi per il 2020 c’è la sostenibilità ambientale, non potete fare a meno del mio Gusto di non Sprecare!

Il Menu di Natale


Fra due giorni è Natale e, come canta Francesco de Gregori, non va bene non va male …

In termini alimentari Natale vuol dire almeno quattro o cinque pasti ben al di sopra degli standard correnti, tutti concentrati in un paio di settimane.

Va bene, alla dieta penseremo dopo, che intanto gennaio non finisce mai e ci sarà tempo di superare i sensi di colpa con qualche insalata qui e là

Dal mio libro “Il Gusto di non Sprecare”, in particolare dalla sezione dedicata ai menu per le feste (tutte, mica solo queste), ecco qualche ricetta decisamente festaiola, ma nello stesso tempo semplice, veloce ed economica:

Crema di avocado all’acciuga

Lasagne al forno con pane carasau

Insalata di Natale

Pollo al vino

Grissini

Porcospino di formaggi

Pandolce genovese

Frutta fresca a volontà

 

Vi auguro un Natale e giorni di festa sereni, in bella compagnia, e un 2020 bellissimo, e vi ringrazio tutti, amici lettori, perchè questo appuntamento quasi quotidiano è diventato prezioso … non mi sarei aspettata tanto da questo piccolo blog. Grazie! 

 

 

Il Gusto di non Sprecare … è quiiiii!


Buongiorno a tutti!

Ebbene sì, il mio libro (ora posso chiamarlo così) è finalmente disponibile anche in versione cartacea.

E’ un ricettario? Sì, ma NON il solito ricettario

Scoprirete il metodo per arrivare a sprecare sempre meno in cucina

Imparerete come recuperare avanzi e scarti in modo “invisibile” e con un tocco di classe

Saprete come far diventare protagonista piccole quantità di cibo

E infine, i suggerimenti per la Tavola delle feste: semplice, veloce, economica e di grande effetto

Quindi, un bellissimo regalo per voi e per tutti quelli a cui volete bene

Volete saperne ancora di più? Ecco qui!

Un enorme GRAZIE a Gianni


“Finisce anche la seconda tripletta”

Un GRAZIE grande e meritatissimo a Gianni che ha voluto parlare del mio libro (e non solo del mio naturalmente) regalandoci spazio, cura e visibilità.

Mi piace sottolineare che non sono stata io a propormi per la sua rubrica (cosa peraltro legittima), ma ha fatto tutto da solo: cercato, letto, valutato e scelto. Cose rare e preziose.

 

Non sprecare il cibo


Il Gusto di non Sprecare, cover

Oggi è l’ultimo giorno dedicato al mio libro da parte di Gianni, e lo ringrazio davvero di cuore non solo per la visibilità che mi ha regalato, ma per le puntuali parole con cui si è espresso sul mio “lavoro”

Gianni ha sintetizzato perfettamente quelli che sono i miei obiettivi, raccolti nell’e-book, ma continuamente aggiornati sul blog:

… si parte dal capire cosa si compra e si arriva a cucinare quanto avanza così da creare ricette che soddisfino soprattutto il palato.

Quando si parla di avanzi, si può pensare a materie prime non più utilizzabili, magari andate male. Ecco, prima di arrivare a quello, il libro affronta come ripensare la spesa, la gestione del frigorifero, e la finalizzazione di ciò che è rimasto inutilizzato, così che non vada in malora.

Infine, Gianni aggiunge un particolare per me importantissimo, a cui tenevo molto: il libro è scritto bene, scorre e appassiona.

Insomma concedetemi un momento di pura felicità 😉

Se avete deciso che non potete proprio fare a meno del “Gusto”, cliccate qui

A Gianni un abbraccio!

Paola