Buonissimo MMXX!


L’Italia sarà il primo Paese al mondo a rendere “materia scolastica” i cambiamenti del nostro Pianeta


Immagine di Laurin 42

Grazie a Laura Carpi (Laurin42) che mi permette di riprendere questo articolo ricco di speranza.

Sostenibilità, lotta all’inquinamento, lotta allo spreco, attenzione alle variazioni climatiche: sono tutti argomenti che presto, nella scuola italiana, diventeranno oggetto di studio.

Grazie ancora a Laura, e buona lettura

Paola

Non Sprecare: Melanzane ripiene in tegame


melanzane ripiene cotte in tegame

Vi piacciono le melanzane ripiene? Avete mai provato a farle in pentola, anzichè nel forno?

Il risultato è ottimo, il procedimento più veloce e, a ben guardare, anche meno costoso

Volete provare? Leggete la mia ricetta su Non Sprecare

Greta è arrivata a New York


Tutti i nostri sforzi per non sprecare devono convogliare in un disegno collettivo, universale, che possa far invertire la rotta ambientale disastrosa, nella quale siamo immersi, per trovare un indirizzo che dia speranza, che dia futuro.

Greta Thunberg è sola, o forse è solo la portavoce di un disegno più ampio, ma finché il suo disegno rimarrà quello di un mondo pulito, io sono con lei.

Superare la crisi


Un bel punto di riflessione, una spinta di cui abbiamo bisogno

DADAWORD

Non pretendiamo che le cose cambino, se facciamo sempre la stessa cosa. La crisi è la migliore benedizione che può arrivare a persone e Paesi, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dalle difficoltà nello stesso modo che il giorno nasce dalla notte oscura. E’ dalla crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato. Chi attribuisce alla crisi i propri insuccessi e disagi, inibisce il proprio talento e ha più rispetto dei problemi che delle soluzioni. La vera crisi è la crisi dell’incompetenza. La convenienza delle persone e dei Paesi è di trovare soluzioni e vie d’uscita. Senza crisi non ci sono sfide, e senza sfida la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non ci sono meriti. E’ dalla crisi che affiora il meglio di ciascuno, poiché senza crisi ogni vento è una carezza…

View original post 39 altre parole

Residui di plastiche nell’acqua potabile, l’Oms: “Accelerare analisi su impatto sulla salute”


dimensioneC

epa03153438 An illustrative photo shows a woman’s hand holding a glass and filling it with tap water in Frankfurt Oder, Germany, 20 March 2012. World Water Day was launched 20 years ago, at the 1992 World Conference on the Environment and Development in Rio de Janeiro and is commemorated annually on 22 March to remind people of a considerate exploitation of water resources. EPA/PATRICK PLEUL

Non è ancora un grido di allarme, ma potrebbe presto diventarlo.La presenza di residui di plastiche negli alimentiè un tema che preoccupa i consumatori e che tiene sulle spine la comunità scientifica. Risposte certe sulle possibili conseguenze per la salute, al momento, non ve ne sono. Ma questo non è sufficiente per fornire rassicurazioni alla sempre più ampia platea di persone che chiede conto. Da qui l’appello dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha pubblicatoun rapportoper fare il punto sullo stato dell’arte delle conoscenze…

View original post 421 altre parole

Fernanda e Fabrizio


Roll another one