Milano Food Week, e ora qualcosa di concreto


Insieme a Tuttofood, a Milano si è svolto il Global Food Innovation Summit, organizzato da Seeds&Chips, una fondazione di respiro mondiale che si propone di “studiare competenze, operazioni e approcci creativi utili a sviluppare soluzioni per la resilienza, la produttività e la rigenerazione del sistema alimentare e, di conseguenza, la sostenibilità del pianeta”.

L’opportunità, per me, è stata quella di venire a conoscenza di progetti che ho trovato davvero innovativi, tutti straordinariamente semplici e pratici, alcuni con radici antiche, e per quanto riguarda il cibo, con un’altissima attenzione verso l’alimentazione vegana, senza glutine, senza lattosio e altri allergeni.

Ve ne presento qualcuno (attenzione: non tutto è già disponibile in Italia).

Questo “frigorifero”, che funziona senza elettricità, insegna come conservare alcuni alimenti senza bisogno del freddo. Chissà se nelle cucine di domani sarà prevista una parete attrezzata così. Save Food from the Fridge

save food from the fridge
save food from the fridge

 

La cottura sottovuoto a bassa temperatura è ormai un classico nelle cucine professionali dei migliori chef. Questo apparecchio domestico, di dimensioni accettabili, poco costoso, si allestisce alla mattina con il cibo scelto, e si gestisce, con una app, durante la giornata: si arriva a casa la sera e la cena è pronta! Cookmellow.com

Immagine scattata presso Seeds&Chips Milano cookmellow.com
Cookmellow.com

 

Il robottino-cameriere, già sperimentato in un ristorante di Rapallo, ha uno sguardo dolcissimo che invita all’interazione

foto scattata presso Seeds&Chips a Milano

 

Legù è una linea di alimenti fatti con sole farine di legumi. L’idea è di una coppia di sorelle che, dovendo affrontare il problema del diabete, tanto hanno fatto, studiato e provato finchè hanno raggiunto la perfezione di una farina ideale per fare pasta, impasti e snack sani, adatti a tutti e altamente proteici.

legù.it
legù.it

 

Mondarella è una deliziosa “mozzarella” fatta con il latte di mandorla. Il progetto è sardo-tedesco e ha una storia bellissima: alla ricerca di un’alimentazione vegana, durante un viaggio in Sardegna i soci fondatori hanno incontrato un’anziana signora che, vedendo rifiutata la mozzarella per via del latte, ha proposto la versione a base di mandorle, già conosciuta in passato. Garantisco che è buonissima!

mondarella.eu
mondarella.eu

 

 

Cruskees è l’idea che arriva da Potenza per far conoscere a tutto il mondo i peperoni cruschi, specialità della Basilicata, e le loro proprietà: altissima concentrazione di vitamina C e zero grassi.

cruskees.com
cruskees.com

 

A conclusione, dalla Svizzera il progetto “Rethink-resources”, turning waste into opportunities, che si propone di studiare come rendere ancora utili e recuperabili gli scarti alimentari e non. Alcuni esempi sono già in uso nell’industria farmaceutica e cosmetica.

rethink-resource.com
rethink-resource.com

 

Molto altro ancora … l’anno prossimo ci torno.

 

Pubblicato da

Paola Bortolani

Un altro blog di cucina?! Sì, ma non come tutti gli altri, perchè qui l'ingrediente principale è l'avanzo, lo scarto, l'esubero. Ricette e consigli, tanti consigli, per contenere al massimo lo spreco del cibo e per recuperare quello che avanza con originalità ed eleganza

2 pensieri su “Milano Food Week, e ora qualcosa di concreto”

I commenti sono molto graditi. Se ha i voglia, lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.