Vitamine Vaganti e la Tajine di pollo in prestito


Forse pochi di voi sanno che io faccio parte dell’associazione Toponomastica Femminile, dove ci occupiamo di dare visibilità alle tante donne che hanno fatto la storia, e l’arte e la scienza e molte altre cose, ma sono state un po’ messe a margine, per far spazio agli uomini.

Toponomastica Femminile ha una sua rivista, Vitamine Vaganti, una rivista molto attenta all’attualità e al sociale, non solo femminile.

Per darvi un’idea, vi segnalo queste due letture che mi hanno colpito abbastanza:

Qui non est mecum, contra me est. Scacco alle libertà. 

Scuola critica e critica della scuola

 

Non mancano pagine un po’ più amene, come quella dedicata alla tavola, per la quale io do il mio piccolo contributo.

Nell’ultimo numero trovate la ricetta della Tajine di pollo, ricetta che peraltro mi è stata gentilmente concessa da Giovanna di Sarde e Finocchietto.

L’amicizia è una cosa meravigliosa

Buona lettura e buon appetito

Paola

sarde e finocchietto
immagine dal web

Un enorme GRAZIE a Gianni


“Finisce anche la seconda tripletta”

Un GRAZIE grande e meritatissimo a Gianni che ha voluto parlare del mio libro (e non solo del mio naturalmente) regalandoci spazio, cura e visibilità.

Mi piace sottolineare che non sono stata io a propormi per la sua rubrica (cosa peraltro legittima), ma ha fatto tutto da solo: cercato, letto, valutato e scelto. Cose rare e preziose.

 

Non Sprecare: Risotto all’ortica


risotto con l'ortica primononsprecare.blog
Risotto con l’ortica

Piove, piove in questa primavera, sembra non voler finire mai

In compenso la vegetazione spontanea è lussureggiante, e chi abita vicino alla campagna può approfittare di tanti omaggi della natura, coglierli freschissimi e gustarli nel pieno delle loro fragranze.

Se volete provare questo risotto all’ortica, armatevi di un paio di guanti ben protettivi, raccogliete e cucinate subito: una prelibatezza regalata dalla stagione.

La mia ricetta è su Non Sprecare

Non Sprecare: Macedonia profumata al rosmarino


Macedonia, foto da Non Sprecare
macedonia profumata al rosmarino

La macedonia ha due grandi qualità:

  • è gradita a tutti
  • è perfetta per recuperare qualche frutto non più freschissimo

Qui, su NON SPRECARE, trovate la mia ricetta nella variante profumata al rosmarino, e altre fresche idee. Perché arriverà l’estate prima o poi, vero?

Quando i blogger si incontrano per davvero


Palazzo Pirola, affresco
Palazzo Pirola

Grazie a Massi Wolf Tosto, alla sua pazienza e al suo spirito di iniziativa, siamo riusciti a incontrarci e, per quanto mi riguarda, a partecipare all’inaugurazione di una bellissima mostra fotografica allestita nel Palazzo Pirola di Gorgonzola, mostra che fa parte della quattordicesima edizione del Milano Photo Festival.

Vi rimando all’articolo di Massi per i particolari, e vi raccomando di visitarla.

ma non siamo bellissimi? 😉

 

Tutto quello che senza l’Unione Europea non avremmo mai avuto


bandiera ue
immagine dal web

Buongiorno. Domani si vota, e il mio vuol essere un invito ad andare a votare 

Nell’attesa, leggete questo articolo tratto dalla Dataroom di Milena Gabanelli

Buona lettura, buon voto

Paola

Domenica 26 maggio: elezioni Europee


elezioni europee 2019
immagine dal web

Mi raccomando: domenica andiamo a votare!

https://ledonnevisibili.wordpress.com/2019/04/25/nasci-oggi-perche-io-voto-anche-per-te/

From weaning to lasagna: all you need to know to feed your children the Italian way


Avete un bimbo piccolo, ne aspettate uno o qualcuno vicino a voi sta per diventare genitore? Allora vi presento questo libro, “From weaning to lasagna”, un libro che, prima, non c’era.

Un libro di ricette scritto da Francesca, che è mamma e gastroenterologa, un libro che è il supporto perfetto per organizzare l’alimentazione del piccolo, dallo svezzamento al momento in cui la dieta si uniforma, gradualmente, a quella degli adulti. Fino alla lasagna, appunto.

La dieta mediterranea è stata riconosciuta come Patrimonio dell’umanità: quale scelta migliore per abituare un bimbo ai sapori e alle consistenze nuove che andranno a sostituire i primi alimenti?

Mi sono entusiasmata per questo libro, e ho deciso di proporlo per la sua unicità (trovatemi un altro ricettario dedicato a un pubblico di pochi mesi o pochissimi anni!), per le bellissime immagini e perché, ricordando i “miei tempi” lo ritengo più che utile, indispensabile.

Il libro è già pronto nella versione inglese (tranquilli, un inglese molto facile, e intanto così si fa esercizio). La versione italiana è in preparazione.

Lo trovate su Amazon