“Consiglieri fraudolenti” di Francesco di Castri


dal blog Enterprises di Francesco Di Castri
Consiglieri fraudolenti

Ringrazio Francesco Di Castri che mi permette di condividere un suo interessante articolo dove si parla di cibo, ma non di ricette

Siamo talmente abituati (io per prima) a determinate definizioni, che non ci accorgiamo più di usare dei controsensi se non, addirittura, dei non-sense

Eppure, come dice Francesco, le parole sono molto importanti

Buona lettura

Consiglieri fraudolenti

Pubblicato da

Paola Bortolani

Un altro blog di cucina?! Sì, ma non come tutti gli altri, perchè qui l'ingrediente principale è l'avanzo, lo scarto, l'esubero. Ricette e consigli, tanti consigli, per contenere al massimo lo spreco del cibo e per recuperare quello che avanza con originalità ed eleganza

6 pensieri su ““Consiglieri fraudolenti” di Francesco di Castri”

  1. Interessante, anche se alcune cose le prenderei con le pinze.
    In campagna abbiamo la possibilità, per fortuna, di scegliere il nostro cibo non solo dai supermercati di grande distribuzione, poi, altro discorso sono i programmi tv con gli chef che cercano solo audience: basta guardare altro cambiando canale.
    Io ho le ricette di mia nonna, di quando eravamo molti, con poco cibo e non c’era la luce elettrica. Però non tornerei a quel tempo: il frigorifero e un buon forno mi fanno comodo, inoltre sto campando qualche anno in più rispetto a quanto sono campati i miei nonni. Non sempre ciò che c’era una volta è meglio di ciò che c’è oggi.
    Usare sempre il buon senso, leggere le etichette, sperando che siano veritiere, parsimonia e non sprecare, varietà di prodotti…e un po’ di allegria, non guastano mai.
    Ciao Paola, un abbraccio.

    Piace a 1 persona

    1. Neda, grazie per la risposta. Mi permetto di replicare, quale autore del pezzo. Ovviamente hai ragione, ma per questioni di spazio ho sacrificato un po’ di approfondimenti. Lo scopo è la riflessione comune, chiaramente, non trovare una cura ad una malattia per cui non esiste neanche la diagnosi 😁
      Su una cosa non concordo. Si vive più a lungo dei nostri avi non già per il cibo, ma per l’accessibilità alle cure mediche che prima non c’era. Sul resto, concordo.

      Piace a 2 people

      1. Molte sono le sfaccettature da tenere in considerazione, è un discorso complesso con pro e contro, difficile da affrontare, difficile da capire e far capire, difficile da risolvere.
        Ti ringrazio e ti auguro una buona giornata.

        Piace a 2 people

Rispondi a milesweetdiary Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.