Risotto alla liquirizia


Avete voglia di fare un primo piatto insolito?

Provate questo risotto. Io l’ho trovato eccezionale.

Non amo dire che “stupirete i vostri ospiti”, in quanto penso che lo stupore, a tavola, sia piuttosto secondario, ma forse questa volta ci sta.

Ecco come l’ho preparato, iniziando dagli ingredienti per quattro persone:

  • 320 grammi di riso per risotti (per me, Carnaroli)
  • 200 grammi di gamberetti (data la stagione, ho trovato solo quelli surgelati)
  • 1 scalogno
  • 4 grammi di polvere di liquirizia (1 cucchiaio colmo)
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 noce di burro
  • Origano secco
  • Brodo di dado
  • Sale, pepe

Tempo di preparazione e cottura: circa 30 minuti

Ho tritato finemente lo scalogno e l’ho messo in una pentola di terracotta con l’olio, l’ho fatta stufare dolcemente a lungo, aggiungendo ogni tanto un pochino d’acqua.

Intanto ho scongelato i gamberetti mettendoli in un pentolino con acqua bollente, e li ho scolati appena l’acqua ha ripreso il bollore. Ho conservato l’acqua.

Ho versato il riso nella pentola con lo scalogno, l’ho fatto tostare alcuni minuti finché i chicchi sono diventati lucidi. Ho aggiunto il vino bianco, lasciato evaporare, quindi ho versato tutta l’acqua dei gamberetti e ho lasciato cuocere rimescolando ogni tanto, fino a completo assorbimento.

A questo punto ho aggiunto sia i gamberetti che la liquirizia in polvere, ho mescolato molto bene e ho portato a cottura completa con il brodo.

Ho preparato i piatti con il risotto morbido e ho completato con una spolverata di origano.

Variazioni sul tema: Mi sento di dire che questo risotto, preparato con i gamberi freschi e bagnato con il fumetto di pesce derivato dalla cottura degli scarti dei gamberi, possa essere ancora più sorprendente.

Vino: Un buon Gavi

La pianta della liquirizia

http://amzn.to/2HcjZWd https://bitly.com/#