Le ricette per il pranzo di Pasqua: il Pane (fatto in casa è molto più buono)


 

Non sempre sono puntuale nei suggerimenti gastronomici, quando una festa si avvicina, ma quest’anno ho pensato di comporre un piccolo menu base, pochi piatti, però facilmente personalizzabili secondo il gusto personale e la disponibilità degli ingredienti.

Riflettendo su come cominciare, mi sono detta: beh, cominciamo dal pane, quello proprio non può mancare in tavola!

E siccome fare il pane è davvero molto semplice, veloce e di sicura riuscita, allora facciamolo!

Cominciamo con una ricetta semplice, e la quantità per circa quattro – cinque persone:

 

  • 500 grammi farina 0
  • 1/2 cubetto di lievito di birra
  • 1 cucchiaino colmo di sale
  • 3 – 4 cucchiai di olio evo (facoltativo)
  • 350 grammi di acqua circa

Il giorno prima: Sciogliete il lievito in mezzo bicchiere d’acqua appena tiepida, prelevandola dalla quantità totale.

Versate la farina in una ciotola, aggiungete il sale e mescolate bene, versate il lievito sciolto e fatelo assorbire, infine aggiungete acqua e impastate con energia, fino a ottenere un impasto morbidissimo. Potete naturalmente far fare tutto all’impastatrice, come faccio sempre io.

Quando l’impasto è perfettamente amalgamato, coprite la ciotola con una pellicola e mettetelo in frigorifero. Dimenticatelo fino al giorno successivo.

Riprendete l’impasto e trasferitelo in un tegame lungo e stretto, lasciatelo lievitare ancora qualche ora.

Quando sarà pronto per la cottura, cospargete la superficie con un pochino di sale grosso

Accendete il forno statico a 160 gradi, inserite il pane, dopo circa 10 minuti alzate la temperatura a 230 gradi.

Lasciatelo cuocere indisturbato per circa 20 – 25 minuti, quindi valutate, dal colore biscottato e dalla lievitazione, se è il momento di verificare che sia cotto.

Sfornatelo e, se resistete all’assaggio, lasciatelo raffreddare prima di toglierlo dal tegame, per evitare che si sbricioli.

Una volta freddo, potete affettarlo comodamente e servirlo in tavola, leggerissimo, digeribilissimo, profumato.

Variazioni sul tema: infinite. Potete mescolare tipi diversi di farina, bianca, integrale, di altri cereali; potete sostituire parte dell’acqua con del latte; potete aggiungere, dentro e sopra, semi diversi, noci sbriciolate, olive tritate, cipolle, rosmarino, curcuma.

 

http://amzn.to/2HcjZWd https://bitly.com/#