Plum cake salato con cipolle e fave di cacao


Anche io, come Simona, ho in frigorifero un piccolo avanzo di fave di cacao che, dopo un primo entusiastico utilizzo, erano state un po’ trascurate.

Stasera mi sono imposta di utilizzarle, ed è nato questo plum cake salato dal sapore particolare e molto gradevole: un mix delicato dove la cipolla esalta la sua dolcezza grazie al tono deciso delle fave di cacao.

Gli ingredienti per circa sei – otto persone, per l’impasto:

  • 150 grammi di farina
  • 3 uova
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 bicchiere di latte
  • 3 bei cucciai di Parmigiano grattugiato
  • 1 bustina di lievito istantaneo in polvere
  • Sale

Per il contenuto:

  • 2 cipolle rosse di medie dimensioni (o equivalente)
  • 10 circa fave di cacao
  • ½ bicchiere di latte
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Sale

Tempo di preparazione dell’impasto: 10 minuti

Tempo di preparazione e cottura delle cipolle: 30 minuti

Tempo di cottura del plum cake: 40 – 50 minuti

Ho preparato le cipolle, le ho pulite, affettate sottili, trasferite in un piccolo tegame con l’olio e un pochino d’acqua, e le ho fatte stufare lentamente, salandole. Dopo una decina di minuti ho aggiunto il latte e ho continuato la cottura finchè sono risultate quasi sfatte.

Ho tritato le fave di cacao

Ho acceso il forno statico a 180°

In una ciotola, ho sbattuto le uova, aggiunto la farina, il sale e amalgamato, aggiungendo pian piano l’olio, il latte, il Parmigiano e infine il lievito. L’impasto deve risultare morbido e cremoso.

Ho aggiunto le cipolle stufate e trasferito tutto in uno stampo da plum cake (il mio in silicone, così non c’è bisogno di ungerlo), poi in forno.

Il plum cake è pronto quando, dopo averlo punto con una forchetta o uno spiedino, questo uscirà perfettamente pulito.

Compatibilmente con il tempo a disposizione, meglio farlo raffreddare completamente prima di sformarlo.

Strategie: è possibile preparare le cipolle in anticipo, anche il giorno prima

Variazioni sul tema: questa è un’altra ottima ricetta che si presta perfettamente al recupero e al riciclo degli avanzi. Avete in frigo qualche verdura? Fatela a pezzettini, saltatela in padella e usatela come ripieno del plum cake. Lo stesso può essere fatto con avanzi di salumi e formaggi, sempre tagliati a dadini. L’unica attenzione deve essere rivolta all’armonia dei sapori e alla ricerca di abbinamenti appetitisi.

Qualche esempio? Pomodori e olive oppure acciughe, formaggio con noci o nocciole, verdure insaporite con erba cipollina …

Consiglio di lettura:

Dolce come il cioccolato di Laura Esquivel: Una delicata storia d’amore, un libro che si compone di dodici capitoli, uno per ogni mese, a cui è associata una ricetta di antica tradizione mesoamericana

 

Pubblicato da

Paola Bortolani

Un altro blog di cucina?! Sì, ma non come tutti gli altri, perchè qui l'ingrediente principale è l'avanzo, lo scarto, l'esubero. Ricette e consigli, tanti consigli, per contenere al massimo lo spreco del cibo e per recuperare quello che avanza con originalità ed eleganza

38 pensieri su “Plum cake salato con cipolle e fave di cacao”

  1. Scusa Paola … a parte buongiorno!… posso sostituire le fave di cacao (che non ho in casa adesso) coi pistacchi salati? Mi hai dato una bella idea per oggi che avrei risolto con un abitudinario pollo arrosto di mercato ! 😃

    Piace a 2 people

  2. Ciao Paola questo plum cake è molto goloso e invitante. Ultimamente da wordpress non vedo più le notifiche dei nuovi post pubblicati dai blog che seguo. Non so il motivo ma anche i tuoi spesso non li vedo. E mi dispiace! Ad ogni modo questa ricetta è stupenda la salvo tra quelle da provare secondo te la fava tonka con cosa posso sostituirla? Baci

    Piace a 2 people

    1. La cipolla è dolce, prova con qualcosa di salato, pistacchi o nocciole, anche per avere un po’ di croccante. Lo ha suggerito anche Perseide. Quanto ai post che ogni tanto spariscono, prova a guardare nello spam, poi non preoccuparti, il contatto continua, anche se alternato 😉

      "Mi piace"

  3. Grazie per la citazione 🙂 Le mie fave sapevano tanto di cioccolata che non le avrei associate al salato. Tanti anni fa’ mi capitò di mangiare delle tagliatelle al cacao realizzate da una persona che era provocatoriamente in contrasto con un’amica comune, ma il risultato mi lasciò un tantino perplessa.
    Senza dubbio tu ne hai usate di meno, con un risultato migliore.

    Piace a 1 persona

  4. Ciao Paola, ora devo consumare l’avanzo delle mie 😀 anche tostate e grattugiate su un budino o una semplice panna cotta, non ho più voglia di “scervellarmi” 😀 Splendido il mio fine settimana, bellissima giornata e bella Fanano. Rivedere i miei “colleghi” dopo 25 anni è stato emozionante ❤ Ho assaggiato i "ciacci di castagne" che bontà ma ti racconterò… Buona settimana.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie. Guarda, che io mi inventi una cosa da zero è impossibile. In questo caso ho messo insieme una ricetta per i muffin dolci, ho tolto burro, aggiunto olio, levato zucchero, alla fine il risultato c’era. Non era scontato 😉

      "Mi piace"

Rispondi a fede63 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.