Melitzanosalata


Buongiorno a tutti, bentornati dalle vacanze, e buon proseguimento a chi ancora c’è.

State tutti bene? Io ricomincerei volentieri da capo, ma pare non si possa 😉

Avevo promesso, parecchio tempo fa, qualche ricetta della cucina greca, e finalmente ho preparato qualcosa.

Vorrei però anticipare qualche valutazione generale sulla cucina greca, cucina che è, in generale, molto buona.

Ha il difetto di un po’ tutte le cucine non italiane, ovvero la ripetitività. Il pesce, pur freschissimo, è quasi sempre alla brace.

Ha l’enorme pregio, come ho già scritto, di contare su una materia prima squisita. Sarà il clima, l’esposizione, il sole, l’aria di mare, tutto insieme, ma soprattutto le verdure sono particolarmente buone.

A tutto questo bisogna aggiungere l’utilizzo quasi ovunque di un’erba locale profumatissima e deliziosa, che caratterizza quasi ogni piatto. Un’erba che non sono riuscita a scoprire, ma il cui sapore ho ricreato abbastanza bene unendo menta e prezzemolo.

E ora finalmente la ricetta, cominciando con gli ingredienti:

  • 1 kg. di melanzane tonde (4 o 5)
  • 2 piccoli spicchi d’aglio (la ricetta originale dice 3, e non piccoli)
  • 1 manciata di noci
  • ½ bicchiere di olio evo
  • 4 cucchiai di aceto
  • 1 cucchiaino di sale
  • Menta e prezzemolo

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 1 ora circa

Tempo di riposo: 1 ora almeno

Accendete subito il forno a 180 – 200 gradi.

Lavate bene le melanzane e incidetele con diversi tagli per il lungo. Appoggiatele sulla leccarda del forno coperta con un foglio di cartaforno, infornatele per circa un’ora, finchè la polpa non risulterà morbidissima.

Spellatele (se sono cotte a puntino, la buccia verrà via molto facilmente e molto pulita).

Mettete nel mixer le noci e l’aglio, frullate, quindi aggiungete la polpa delle melanzane, l’olio, l’aceto, il sale e frullate ancora fino a ottenere una crema. Infine aggiungete le foglie di menta e prezzemolo tritate a parte.

Trasferitela in frigorifero per almeno un’oretta, ma sarebbe meglio farla il giorno prima.

Gustatela da sola, è ottima spalmata sul pane, oppure utilizzatene una porzione per condire l’insalata.

Strategie: Potete preparare le melanzane in anticipo, anche il giorno prima

Variazioni sul tema: Aglio e aceto sono modulabili secondo il gusto personale.

Vi lascio con una luna estiva che illumina la “mia” campagna

 

Pubblicato da

Paola

Un altro blog di cucina?! Sì, ma non come tutti gli altri, perchè qui l'ingrediente principale è l'avanzo, lo scarto, l'esubero. Ricette e consigli, tanti consigli, per contenere al massimo lo spreco del cibo e per recuperare quello che avanza con originalità ed eleganza

41 pensieri su “Melitzanosalata”

      1. In quella che ho gustato in Grecia non ci stavano, in effetti ed io ho cercato di ricreare il sapore di quella, anche nel libro di Vefa, non ci stanno, però sono curiosa e farò come te, comprerò le noci non di stagione e la farò, proprio oggi ho fatto una bella scorta di melanzane per la settimana.

        Piace a 2 people

      1. Buongiorno fanciulle ❤ , mi intrufolo nel vostro goloso dialogo e vi dico che mi mancate e che sono diventata "buona" "gentile" e "caruccia 🙂 e vorrei riempire la vostra dispensa di noci non rancide… Simona ha ricevuto la cartolina? Buona giornata. P.S.: la tua campagna è splendida ❤

        Piace a 1 persona

      2. Grazie Paola ma ho davvero girato pagina, sarebbe una insapore minestra riscaldata, come dire: ci ho provato ma il “social” non fa per me. Un abbraccio forte ed ora, indovina? Vado a stirare 😀 E’ iniziato a piovere 😦 ❤ ❤

        Piace a 1 persona

  1. anch’io toglierei l’aglio, ma riconosco che in questo modo si perde del sapore. E’ che non lo digerisco…che poi qui in Toscana l’aglio lo trovi da ogni parte. 🙂 Insomma, adoro le melanzane e mi hai fatto venire l’acquolina in bocca. Buon sabato Paola 🙂

    Piace a 1 persona

      1. Organizzeremo, ne sono sicura! Una mia amica vuole vedere le tartarughe, infatti siamo andati appositamente a Palinuro (quest’anno) per vedere la schiusa delle uova alla spiaggia delle Saline, ma purtroppo non era periodo ahahah

        Mi piace

      1. A parte che sono una “falsa magra”…ma ho problemi diversi, per cui ho cibi che posso mangiare e altri che devo evitare,alcuni per sempre altri spero solo per un periodo. Il corollario piacevole è che perdo peso. 😊

        Piace a 1 persona

    1. Ho preso la ricetta da un ricettario acquistato a Santorini, ma tu sei molto più esperta di me in fatto di cibo greco (e non solo ;), quindi potrei approfondire. Qui in casa le creme non sono molto amate, e l’aggiunta di qualcosa di croccante è molto apprezzato.

      Piace a 1 persona

I commenti sono molto graditi. Se ha i voglia, lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.