Tortilla de patatas


tortilla

Sono sempre stata poco attratta dalla tortilla, o meglio, mi era capitato di assaggiarla anni fa proprio in Spagna (caspita, uova patate e cipolle, mi piace tutto, sarà buonissima!) ed ero rimasta molto delusa: mi era stato proposto un composto asciutto e denso, buono nel sapore, ma molto sgradevole nella consistenza.

Qualche giorno fa, in un momento post-feste in cui avevo poca voglia di cucinare (rigetto fisiologico dopo le grandi abbuffate) e vari ma scompagnati ingredienti in frigorifero, ho pensato di cucinarne una che naturalmente, se la propongo qui, ha smentito la mia percezione iniziale ed è venuta buonissima.

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 uova
  • 1 bel cipollotto di tropea
  • 4 patate di media grandezza (o equivalenti)
  • 100 grammi circa di ricotta
  • 4 cucchiai di olio evo
  • Qualche sorso di latte
  • Qualche seme di girasole
  • Sale, pepe

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti per far bollire le patate + 30 minuti nel forno

Ho sciacquato le patate e le ho messe a bollire con la buccia, salando leggermente l’acqua. Le ho scolate piuttosto al dente, nel momento in cui, pungendole con lo stecchino, questo passava, ma a fatica.

Nel frattempo, ho pulito e affettato la cipolla.

Ho scolato le patate in una ciotola di acqua fredda, per non scottarmi mentre le tagliavo, e le ho preparate a cubetti. Con la buccia molto sottile ho ritenuto di non sbucciarle.

Ho acceso il forno, statico, a 200 gradi.

Ho scaldato l’olio in una padella piuttosto ampia, dove ho fatto dorare, delicatamente e leggermente, la cipolla, giusto il tempo perché incominci a disfarsi. Ho aggiunto le patate e le ho fatte dorare anch’esse, muovendole con attenzione per non sfarinarle, finchè hanno fatto un po’ di crosticina.

Ho spento e ho aggiunto, nell’ordine, il latte (per raffreddare), la ricotta, le uova appena sbattute, sale pepe e i semi di girasole. Ho mescolato bene dopo ogni ingrediente per distribuirli perfettamente.

Ho trasferito tutto in una teglia di circa 20 cm di diametro, perché rimanesse un pochino alta, e ho messo in forno per circa mezz’ora, ovvero finchè non ho visto la superficie ben asciutta, colorita e compatta.

Sfornato e … buonissima calda, squisitissima fredda! Morbida e succulenta come la tortilla dei miei sogni.

Credo che questo piatto possa piazzarsi ai primissimi posti in una ipotetica gara di ricette low cost!

Strategie: si possono lessare le patate in anticipo, così non c’è nemmeno il problema di scottarsi. Di più, si possono usare patate lesse, o arrosto, avanzate.

Vino: Teroldego, Lagrein

La rappresentazione del toro libero e felice al pascolo, come (quasi) tutti lo vorremmo pensare

toro spagna

Pubblicato da

Paola Bortolani

Un altro blog di cucina?! Sì, ma non come tutti gli altri, perchè qui l'ingrediente principale è l'avanzo, lo scarto, l'esubero. Ricette e consigli, tanti consigli, per contenere al massimo lo spreco del cibo e per recuperare quello che avanza con originalità ed eleganza

10 pensieri su “Tortilla de patatas”

I commenti sono molto graditi. Se ha i voglia, lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.