Pasta con melanzane e mandorle


pasta melanzane e mandorle

Ecco una pasta molto buona, fatta con ingredienti estivi e freschi, che regala il piacere della doppia consistenza morbida e croccante.

Gli ingredienti, per 4 persone:

  • 320 gr. di pasta corta (mezze penne, fusilli, farfalle, quello che preferite)
  • 1 melanzana-seta piccola (o mezza grande … in effetti le melanzane-seta sono sempre abbastanza grandi)
  • 4 pomodori perini ben maturi (o l’equivalente di altri pomodori da salsa)
  • 2 mezzi pomodori secchi
  • 50 gr. di mandorle non pelate
  • 5 cucchiai di olio evo
  • 5 cucchiai di olio di semi di mais
  • 1 spicchio d’aglio
  • Qualche foglia di basilico
  • Peperoncino (a piacere)
  • Sale

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Preparate innanzi tutto la melanzana: tagliatela a cubetti piccoli, ovvero tagliatela a metà, appoggiandola al tagliere dalla parte piana fatene tante fettine alte circa 1 cm., tagliate in perpendicolare per avere i quadretti della stessa dimensione.

In un tegame grande mettete l’olio di semi e, appena è caldo, aggiungete i dadini di melanzana, abbassate la fiamma e rimescolate affinché non si attacchi e non bruci nulla. Quando vi accorgete che la melanzana ha assorbito tutto l’olio, salatela, coprite con il coperchio e lasciate cucinare a fuoco molto dolce, controllando comunque spesso e rimescolando. Ci vuole un pochino di attenzione, perché l’umidità non è molta e si deve fare in modo che la melanzana non si attacchi e bruci.  D’altra parte, usando poco olio, si evita che la melanzana ne assorba troppo, diventando così meno gradevole, e anche un po’ indigesta.

Ora mettete su l’acqua della pasta;.

Lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti.

In un tegame più piccolo fate soffriggere l’aglio (e il peperoncino, se vi piace) nell’olio evo, aggiungete i pomodori e fateli cuocere a fuoco medio, finché non si saranno quasi sfatti, prendendo una consistenza cremosa. Tritate grossolanamente il pomodoro secco e aggiungetelo alla salsa, e tritate le mandorle, se possibile ancora più grossolanamente.

Insomma, per ottimizzare i tempi dovete fare tutte queste cotture insieme, ma è molto più semplice farlo che spiegarlo!. Infatti, sempre negli stessi tempi, visto che l’acqua avrà raggiunto il bollore, dovreste buttare la pasta …

Quando la salsa è pronta, versatela nel tegame delle melanzane (la cui buccia avrà preso, cuocendo, un colore viola-azzurro bellissimo), aggiungete la granella di mandorle e qualche foglia di basilico.

Scolate la pasta e saltatela un minuto nel sugo. Come si dice, scioglievolezza e croccantezza insieme.

Strategie: anziché fare tutto insieme, se preferite, potete cuocere in tempi diversi le melanzane, il sugo (che si può fare più abbondante salvandone una parte prima di aggiungere i pomodori secchi, in fondo è una semplice salsa al pomodoro), e assemblare tutto insieme alla fine. L’importante è aggiungere all’ultimo le mandorle, che così restano croccanti, e il basilico, che dona freschezza.

Variazioni sul tema: Si possono scegliere le melanzane lunghe, ma sono leggermente più amare. Inoltre la buccia è più scura e più spessa. Al posto delle mandorle si possono usare i pinoli.

Vino: Vermentino della Valpolcevera

 

La bellezza di un mandorlo in fiore, naturalmente ad Agrigento

mandorlo in fiore

Pubblicato da

Paola Bortolani

Un altro blog di cucina?! Sì, ma non come tutti gli altri, perchè qui l'ingrediente principale è l'avanzo, lo scarto, l'esubero. Ricette e consigli, tanti consigli, per contenere al massimo lo spreco del cibo e per recuperare quello che avanza con originalità ed eleganza

I commenti sono molto graditi. Se ha i voglia, lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.