Residui di plastiche nell’acqua potabile, l’Oms: “Accelerare analisi su impatto sulla salute”


dimensioneC

epa03153438 An illustrative photo shows a woman’s hand holding a glass and filling it with tap water in Frankfurt Oder, Germany, 20 March 2012. World Water Day was launched 20 years ago, at the 1992 World Conference on the Environment and Development in Rio de Janeiro and is commemorated annually on 22 March to remind people of a considerate exploitation of water resources. EPA/PATRICK PLEUL

Non è ancora un grido di allarme, ma potrebbe presto diventarlo.La presenza di residui di plastiche negli alimentiè un tema che preoccupa i consumatori e che tiene sulle spine la comunità scientifica. Risposte certe sulle possibili conseguenze per la salute, al momento, non ve ne sono. Ma questo non è sufficiente per fornire rassicurazioni alla sempre più ampia platea di persone che chiede conto. Da qui l’appello dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha pubblicatoun rapportoper fare il punto sullo stato dell’arte delle conoscenze…

View original post 421 altre parole

I fiori in cucina, da mangiare e decorare


fiore nel ghiaccio

L’uso dei fiori in cucina è sempre affascinante, non necessariamente solo decorativo.

Ci sono fiori con un buon sapore, che possiamo assaggiare con gusto, e altri più specifici per rendere più bello e colorato il nostro piatto.

Su questo mio articolo di Non Sprecare spiego come sceglierli, raccoglierli, conservarli e usarli nel modo migliore.

Buona lettura, e spazio alla fantasia!

Fernanda e Fabrizio


Roll another one


Buon Ferragosto!


La spesa per il rientro dalle vacanze


Grecia, Milos, spiaggia vacanze, estate

Direte voi, ancora non siamo partiti, e già bisogna pensare al rientro?

Ma no! E’ solo un piccolo pensiero, un poco di tempo per organizzare una scorta semplice ma efficace, per assicurarsi un rientro dalle vacanze senza l’assillo della spesa da fare con urgenza e di corsa.

Seguite i miei consigli su Non Sprecare, e BUONE VACANZE a tutti!

“Storie di un illustratore di coriandoli” di Evaporata – Recensione


Il mondo del blog e dei blogger è un mondo bellissimo, come non avrei mai immaginato. Nell’algido sistema della rete, senza sguardi, senza sfumature di voce, senza contatti fisici, emergono persone ricche e generose, con le quali si arriva a scambi confidenziali ricchi di fiducia reciproca.

E chi è blogger, qualunque argomento tratti, prima di tutto ama scrivere, e spesso ha scritto uno, o più, libri. Io ne ho acquistati alcuni, e tra questi c’è “Storie di un illustratore di coriandoli” di Nadia Mogni, aka Evaporata (lo trovate su Amazon)

Con molta franchezza confesso che ho incominciato a leggere con un pizzico di prevenzione: il libro è una raccolta di racconti, e io non li amo, per di più di “racconti surreali” e li amo ancora meno.

Ma non in questo caso: ho letto il libro d’un fiato, Nadia ha uno straordinario dono della sintesi, quindi i suoi racconti sono alle volte più pieni di un romanzo intero, e l’aspetto surreale altro non è che l’espediente per esprimere metafore di valore universale. Chi sarà mai l’illustratore di coriandoli? E ci sarà qualcuno che si fermerà a osservare un coriandolo illustrato? Forse siamo noi, che nella vita ci perdiamo in impegni onerosi e assurdi, nella speranza che prima o poi qualcuno se ne accorga …

Ultimo aspetto, ma non meno importante: Nadia scrive un italiano perfetto. Mi fa quasi impressione scrivere una cosa che dovrebbe essere scontata, ma in un momento in cui si fanno letture faticose alla ricerca dell’accordo tra soggetto e pronome, con punteggiatura che sembra spruzzata dall’alto, leggere un testo scritto bene è già di per sé un piacere.

29 luglio 2019: Earth Overshoot Day


Earth Overshoot Day

Oggi, 29 luglio, è l’Earth Overshoot Day per l’anno 2019

Cosa significa questa scadenza?

Anche se abbiamo superato di poco la metà dell’anno, sulla Terra, oggi, abbiamo già consumato tutte le principali risorse disponibili per quest’anno. Abbiamo consumato più di quanto la natura possa rigenerare nello stesso periodo di tempo, abbiamo sfruttato mari e foreste in modo eccessivo e stiamo emettendo anidride carbonica in quantità maggiore di quanto la vegetazione riesca a sintetizzarne.

L’anno scorso l’Overshoot Day cadeva il 1 agosto, e quest’anno, come ogni anno, si conferma la tendenza ad anticipare

Davanti a questi dati, che non provengono da fantasie o esagerazioni, ma da misurazioni scientifiche, il concetto di non-sprecare acquista ancora più valore.

Non sprecare vuol dire consumare meno territorio, meno energia, meno acqua, meno necessità di disboscare, meno inquinamento.

Del resto, già i Nativi Americani, poco scientifici ma molto intuitivi, conoscevano bene il valore del rispetto della natura:

Non ereditiamo la terra dai nostri avi. La prendiamo a prestito dai nostri figli. Nostro è il dovere di restituirgliela.

Potete approfondire seguendo questi due video:

Earth Overshoot Day

Earth Overshoot Day 2019