Crema con fagiolini verdi e noci – ricetta di Clibi


Buongiorno!! Come sta andando la vostra estate?

Io mi considero in ferie ancora per un po’ (poco 😉  e allora approfitto della gentilezza di Clibi, che mi regala la ricetta di questa crema.

Un piatto modulabile, perfettamente antispreco e perfettamente estivo, in quanto dà una bella carica proteica in versione leggera e appetitosa.

Qui la ricetta originale, con l’invito a sfogliare tutte le pagine di Clibi, perchè sono interessanti e perchè sono molto belle.

Disegno di Clibi
Disegno di Clibi

Una ricetta da realizzare anche con ingredienti, già cotti, che a volte ritroviamo nel nostro frigorifero.

Ingredienti

500 g  cipolle sostituibili con porri o scalogni
150 g fagiolini sostituibili con altri tipi di legumi
200 g piselli freschi sostituibili con altri tipi di legumi
3 uova sode sostituibili con 180 g formaggi, carne o pesce
50 g di noci sostituibili con altri tipi di frutta a guscio o semi oleosi
olio extra vergine d’oliva q.b.
1 pizzico di sale facoltativo

Come preparare la crema

  • Sbucciate le cipolle tritatele finemente e rosolatele in olio extra vergine di oliva, sino a farle diventare tenere e dorate
  • Sgranate i piselli, mondate i fagiolini e tagliateli in piccoli pezzi ed aggiungete tutto alle cipolle. Proseguite la cottura per 10 minuti o finché le verdure saranno tenere.
  • Preparate le uova sode: immergete le uova in acqua fredda, dal momento in cui l’acqua inizia bollire calcolate tra gli 8 e i 10 minuti per albume e tuorlo ben cotti. Non superate i 10 minuti il tuorlo si asciuga e diventa verdognolo. Sgusciatele e tagliatele in piccoli pezzettini o schiacciatele con una forchetta.
  • Tritate grossolanamente le noci.
  • Unite tutto in una ciotola, mescolate accuratamente, assaggiate e aggiungete olio e sale solo se serve.

 

Socchiuso per ferie


Anche quest’anno siamo arrivati all’estate.

Non so se riuscirò a stare completamente zitta per due o tre mesi, ma nello stesso tempo so che non sarò né regolare, né puntuale, né attenta, sia nel proporre che nel commentare.

Ma leggere, leggerò, promesso.

Vi auguro una bellissima, lunghissima, soleggiata estate … e ci si vede in giro!
Buone vacanze!

Paola

 

La FASHION EXPERIENCE di Mani Tese. Venite a trovarmi!


Da domani 21 giugno e fino alla fine del mese, Mani Tese offre la possibilità di apprendere e capire cosa si nasconde dietro la produzione degli indumenti che indossiamo tutti i giorni

Un’esperienza interattiva divertente e coinvolgente ci farà riflettere sull’impatto ambientale e sociale dei nostri acquisti di abbigliamento, sia che siamo modaioli incalliti che amanti dell’usato.

Inoltre, ci verrà data la possibilità di fare una piccola, ma concreta azione di richiamo verso i produttori di abbigliamento, per far risuonare la nostra voce nella richiesta di una moda “made in justice”, senza rinunciare al bello.

Invito tutti – principalmente gli amici milanesi, ma tutti! – a partecipare:

dal 21 al 30 giugno

dalle 10 alle 22

in Piazza XXIV Maggio

ingresso libero

e se passate domani nel pomeriggio, mi trovate lì. Vi aspetto!

Non Sprecare: Torta al cioccolato vegana (all’acqua)


Volete una bella fetta di torta al cioccolato leggera come una nuvola?

Provate questa ricetta: acqua, pochissimo olio e buon cioccolato. Piace molto a tutti (non solo ai vegani) ed è veramente digeribile, adatta alle merende estive.

Leggete la mia ricetta su Non Sprecare

Il Gusto di non Sprecare: Crema di fave profumata alla menta


 

 

Avete trovato delle magnifiche cozze dal vostro pescivendolo (siamo in piena stagione!) e ve n’è avanzata qualcuna? Usatela per decorare questa crema di fave, un antipasto dove l’equilibro dei sapori è delizioso.

Il tutto direttamente da Il Gusto di Non Sprecare, il mio e-book di ricette antispreco che potrebbe diventare un’amena lettura estiva 😉

Gli ingredienti:

  • ½ Kg di fave, pesate da sgusciare, fresche
  • 10 (circa) foglie di menta
  • 20 (circa) cozze
  • 5-6 cucchiai di olio evo
  • Frullatore

Tempo di preparazione: 20 minuti (con cozze già preparate e sgusciate)

Sgranate le fave e lavatele velocemente. Trasferitele nel frullatore insieme con l’olio e un pizzico di sale, frullate bene in modo da ottenere una crema liscia, omogenea e vellutata. Nel caso, aumentate appena la quantità di olio.

Dividete la crema in quattro bicchierini individuali, poneteli in frigorifero e lasciateli lì fino al momento di consumarli. Fino a questo punto si può preparare in anticipo.

Poco prima di andare in tavola, tagliuzzate la menta a striscioline, aggiungetela alla crema di fave e decorate con qualche cozza (solo il frutto). In realtà il pesce non è solo decorativo, anzi. La menta dona vigore alla dolcezza della crema di fave, che a sua volta acquisisce sapidità e una nota particolare nell’incontro con il pesce.

 Al posto delle cozze si possono usare da uno a tre gamberi a persona, a seconda delle dimensioni.

https://www.amazon.it/gusto-non-sprecare-Ricette-genovese-ebook/dp/B07835BK62/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=il+gusto+di+non+sprecare&qid=1560699113&s=gateway&sr=8-1
In vendita su Amazon

Non Sprecare: Baci di dama salati


Baci di dama salati: un’idea originale, un antipasto che si prepara in pochi minuti, e piace a tutti perchè permette numerose varianti … anche con quanto c’è a disposizione.

Trovate la mia ricetta su Non Sprecare

Non Sprecare: Carciofi sott’olio


carciofi conservati sott'olio
carciofi sott’olio

Non dappertutto in Italia, ma in alcune regioni ci sono ancora i carciofi.

Anzichè cucinarli e mangiarli tutti, armatevi di un po’ di pazienza e preparateli in conserva sott’olio

Sentirete che bontà!

Un piccolo segreto: con la stessa ricetta si possono preparare le melanzane, i peperoni, le zucchine, la giardiniera

Trovate la mia collaudatissima ricetta su Non Sprecare

Michelangelo Pistoletto e il “Terzo Paradiso” di plastica


Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto a Catania
Immagine dal web

Anche il mondo dell’arte leva alta la sua voce sui problemi ambientali, sulla sensibilità ai problemi dell’inquinamento, sull’impegno a cambiare rotta per ritrovare un mondo bello e pulito.

La settimana dedicata al boicottaggio dell’abuso della plastica si chiude così in bellezza, con un’opera d’arte realizzata dall’artista Michelangelo Pistoletto nel mare della città di Catania.

Pistoletto ha voluto riprodurre il percorso grafico del suo celeberrimo Terzo Paradiso usando rifiuti in plastica raccolti nel mare della città siciliana.

Un’immagine inconfondibile, riconoscibile anche dall’alto, perché le iniziative ambientali non restino chiuse in se stesse, ma respirino con noi, sempre.

A voi un breve video: buon ascolto e buona visione!

 

Michelangelo Pistoletto disegna il Terzo Paradiso
Michelangelo Pistoletto, il Terzo Paradiso, immagine dal web